Lago Magadi

0.0/5
Le foto aree del Lago Magadi creano un puzzle naturale che cambia tonalità nel corso dell’anno. Uno vero spettacolo della natura per naturalisti e appasionati di fotografia.

Perchè scegliere
Lago Magadi

Il Lago Magadi, con una superficie complessiva di oltre 104 km², alimentato da sorgenti naturali alcaline, occupa il livello più basso della vasta depressione della Rift Valley, più precisamente nella parte sud del Kenya, nella terra dei Masai quasi al confine con la Tanzania e a soli 150 Km dal Lago Vittoria.

La morfologia e il clima ostile di questa regione ha forgiato l’aspetto del Lago Magadi, infatti esso si trova in una depressione molto calda e arida ed è circondato da colline vulcaniche.
Quest’ultime, nel corso dei millenni, hanno riversato grandi quantitativi di carbonato di sodio nelle acque del lago donando allo stesso quella tonalità che va dal rosa al violaceo a seconda della stagione e rendendo questo gioiello naturale unico nel suo genere.

Poche specie animali sono state in grado di sopravvivere in queste condizioni, infatti le acque del lago possono superare tranquillamente i 45°C. Un buon esempio di tali organismi sono le specie di pesci ciclidi. Un altro esemplare in grado di vivere in questo habitat ostile è il fenicottero rosa che si nutre quasi esclusivamente delle alghe che abbondano in questo lago. Il lago Magadi è famoso in tutto il mondo per i suoi uccelli trampolieri tra cui appunto il fenicottero rosa e il pellicano e nelle ore meno calde è possibile avvistare anche Giraffe, Gnu, Struzzi, Elefanti e Leoni.

Attività e Sistemazioni
Lago Magadi

Per gli appassionati di trekking c'è una strada rialzata che attraversa il lago Magadi e fornisce l'accesso alla scarpata di Nguruman, un punto panoramico mozzafiato, dove i visitatori possono godere di un'incredibile vista del paesaggio e nuotare nelle piscine naturali sotto le cascate ai piedi della scarpata.

Il lago Magadi non possiede emissari, quindi non ha un costante riciclo delle acque e le alte temperature, specialmente durante la stagione secca, fanno si che l’evaporazione aumenti la concentrazione di sali.

Questa sua peculiarità venne scoperta dai primi esploratori agli inizi del '900 e fu presto sfruttata a pieno dai primi colonizzatori che fecero sorgere sulle rive del lago diverse industrie per l’estrazione del bicarbonato di sodio, sale e gesso.
Oggi una delle più rinomate industrie di estrazione è la Magadi Soda che estrae e raffina il bicarbonato di sodio per l’industria farmaceutica mondiale.

Quando visitare Lago Magadi

Ti suggeriamo di visitare questa destinazione tra dicembre/febbraio o agosto/ottobre

Quale Safari scegliere per visitare Lago Magadi?

Scegli uno di questi safari se desideri visitare questa splendida destinazione oppure scopri come personalizzare il tuo safari contattando il team di Enjoycollectionsafari

Scopri cosa pensano i nostri clienti di
Lago Magadi

{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.singularReviewCountLabel }}
{{ reviewsTotal }}{{ options.labels.pluralReviewCountLabel }}
{{ options.labels.newReviewButton }}
{{ userData.canReview.message }}